Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 33
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0041
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0041
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
GHÊSE ; corne di uomo principe della re-
pubblica clelle lettere, e amicissimo mio .
Parmi in tal modo venir ragionando con
lei, e rinovare a me medesimo cjuel tempo,
che îo la vidi già în Francia e in Inghil-
lerra far tant onore alVItalia . Con sagace
discernimento ella vi pesava il valore degli
uomini scienziati, il disferente ingegno delle
nazioni, la varia indole delle lingue , qua-
si un novello TJlisse tra i letterati : e , non
altrimenti che clalla bocca di lui, venivano
dalla sua parole piene di eloquenza e dî
âottrina , come neve,

che senza vento in un bel colle iîocchi ,
Queste parti di Europa , dove io mi tro-
vo da qualche tempo, ella non le ha tocca-
te per ancora : nè già ella, SIGNOPi MAPu-
GHESE, vorrà che si dolgano del non es-
sere state visitate da lei . Un bel ccnnpo
aprirebbono certamente alle speculazioni del
suo ingegno, presentandole in cose moderne
il fore clella virtà antica , le lettere adclo-
To: IV. G

me-
loading ...