Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 64
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0072
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0072
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S O P R A

64 S A G G I O

pace xl jfrancese di bei tratti poetici ; ed
egli mostra in contrario, coxne per la pre
sente meccanica sna constituzione esso non
è nè musicale nè pittoresco, che tanto è
a dire ritroso , se non ribeile alla poe-
sia. (1) E in questi uitimi tempi quell’iu-
gegno sovrano del Voltaire , clie lascia al-
trui in dubbio , se meglio scriva in prosa
o in versi, e che in ogni genere di stile
fa tanto onore alla lingua francese, la qua-
iifica di una lingua mancante di precisio-
ne di ricchezze e di forza (a).

In efsetto cosi ha da parere anche a co-
loro , che non maneggiano quella lingua,
e non ne possono per prova conoscere il
forte e il debole : tanto è aperta a veder-
si la cosa . Chiunque ha qualche pratica

degli

( i ) Vedi .lleflexions criticjues sur la poesie
et sur la peinture premiere partie, section 55.

(2) U?ie langue à peine tirèe de la barba-
rie , et cjui polie par tant de grands auteurs
manaue encore pourtant de precision de for~
ce et d' abondance .

Ep. a madame le duchesse du Maine au
devant d’Oreste ed. de Dresde 1762.
loading ...