Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 73
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0081
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0081
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LA LINGUA FRANCESE. 7S

il suggello 7 è assai malageyole cosa il de-
cidere ; quantunque l’autorità d’ un uomo ?
quale è il Fenelono , debba far credero
che si . Ma questo ben si può dire franca-
mente , che ogni buon Francese avria do-
yuto desiderare , che avesse luogo . Un più
bel campo si sarebbe aperto a’loro scritto-
ri, non più avrebbono dovuto stillarsi il
cervelio per la ristrettezza delle parole ;
e la loro lingua non avrebbe ceduto per
la abbondanza, e maneggevolezza alla ita-
liana , non per la maestà alla spagnuola 9
nè alia inglese per la energia . Più armo-
niosa e più varia, capace di atteggiarsi a
seconda dei movimenti dell’animo, musi-
cale e pittoresca, sarebbe meno sorda a
rispondere alFingegno de’ Francesi, e suo«
nerebbe pìù grata all’orecchio de’ forestieri.
loading ...