Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 141
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0149
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0149
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
BE* ReGNI De’Re DI RomA. I Zj >

somministra un argomento assai probabile
di por questa ultima guerra (1) neli’anno
decimosettimo della ediiicazione di Rorna,
o là in quel torno ; non essendo punto ve-
risiinile , che una nazione potente , come
erano allora i Yejenti , tardassero gran terrv
Do a cercar di riavere il suo . Senza che,
ognuno hen sa, che le guerre tra quei po-
poli erano subitanee , e clie tra loro ;Ia
vendetta non tardava molto a seguitare la
ofsesa . Posto adunque che 1’ultima guerra
fatta da Romolo eadesse nell’anno decimo-
settimo del suo regno, e facendolo regna-
re trentotto anni, e’converrebbe dire, che
sotto il reggimento di quel re i Romani
fossero stati più lungo tempo in pace che
in guerra : il che non si accorda punto con
1’indole bellicosa, cbe tutti gli autori ad
una voce attribuiscono al fondatore di quel-
lo imperio , che dovea coirarmi fare la
conquista del mondo . Nè tampoco potreb-
be cip accordarsi con quelle parole, che

Plu-

(l) THTOV ZayjlTOV TTOhZ^OV Q P 'coslóhos ZTTOhi-
mczv,

Id. ibid. paulo post,
loading ...