Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 142
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0150
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0150
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ljjb Saggto sopra la Durata
Plutarco raette in bocca a Numa, quâii-
do, per sottrarsi dall’accettare il regno os-
fertogli da’Piomani, egli insiste dicendo ,
che di un uomo di spiriti ardenl.i e in sul
hore della età, che non di un re , ma si
di un condottiero di esercito aveano essi
di bisogno a fronteggiare que’ potenti ni-
mici, che Roraolo avea lasciato loro sulle
hraccia (1) .

Un’altra ragione ci è ancora non meno
stringente , per dovere abbreviare il regno
di Romolo, cavata da Plutarco-. Secondo
questo autore egli avrebbe dovuto incomin-
ciar a regnare di anni diciasette, poichè
giusta il suo computo egli mori di anni
cinquantaquattro, e n’ ebbe trentotto di re-
gno (2). Ma come mai conciliare con una

età

(1) 'TsMV <Te a> P'muouoi , TroXXVS g=V Î<TU)S
klJTiSS ÙTOïÂXOlTri 7ÎOXésJ,iSS V uWJXOS , 01S OtVTipd^OV-

<tos >/ ttoXis ìsiTvpa S'ùrxi fixnXîCt/s xxi txzptotÇov-
Tos ...... 7róxiv apxniyctra ptxXXov, i fidin-

Xîcos S'eofjtevuv .

Icl. in Numa.

(2) Yedi il luogo soprallegato i/i Romulo in
sine.
loading ...