Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 150
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0158
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0158
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SaGGIO SOPPiA LA DuRATA
ma cli Numa ali’eta di soli venticinque an-
ni fosse già tanta da indurre Tazio re ad
allogare una sua unica figliuola con lui
iiomo privato . Onde tra per 1’ una cosa e
per I’altra non potremo fare, che non dia-
mo a Numa almeno un sessanta anni,
tjuando a una voce fu eletto re di Roma:
e così ancora ci sarà maggior convenienza
colle parole che gli mette in hocca Plutar-
co , quando di sottrarsi cercava dal carico
del regno . Un uomo di sessanta anni può
chiamarsi freddo spossato e incapace per
la età sua di reggere un esercito , che si
disdirebbe a un uomo di soli quaranta »
Facendo dunque, che in efsetto egli ab-
bia incominciato a regnare vent’ anni più
tardi, che non è la credenza comune , di
altrettanti anni si verrà ad accorciare il suo
regno ; quando sl yoglia, lui esser vissuto,
siccome abbiamo dagli scrittori, sino all’
età di anni ottantatrè . E per tal modo ab-
breviando i regni di Numa e di Romolo,
si verrà anche ad abhreviare la lunghezza
della pace, di cui godè Roma a quel tem-
po : cosa che assai meglio si accorda con
la situazione, in che era queìla città attor--

niata
loading ...