Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 151
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0159
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0159
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
de5Regni de He dx Roma. 1 St

niata da popoli della grandezza di lei oR
tremodo gelosi. Questa pace , Liyio dice
im tratto , ayer durato anni quaranta (1).
Ma chi più sottilmente considera, e tiene
dietro a quanto di più particolare notano
gli autori, e a quanto conseguita da'ioro
medesimi racconti, troverà ch’ella durò in
efsetto anni sessantacinque p cioè quaranta-
trè del regno di Numa , accordati tanto da
Plutarco quanto da Livio(n), uno d’inter-
regtio , ed i yentuno pacifici cli Piomolo :
laddove , giusta le cose da noi discorse ,
ella yiene a ristringersi a yentiquattro an-
ni circa, e non più . E da ciò riesce ari-
che più facile a vedersi, come Tullo Osti-
lio , erede del regno non dell’arti cli Nu-
ma, ahbia potuto cosi prestamente risve-
gliar ne’suoi la virtù militare, e guidargli

a com-

(i) Hcec ferme a Ptomulo doml militicecjue
gesta - -- -- -- -- -- -- -- -- -- -
- - - - - ab illo enim profectu viribus datis
tantum valuit, ut in cjuadraginta deinde an-
nos tutam pacem haberet.

Tit. Liv. decad. I. lib. L
O) Vedi sopra i luoghi citati .

K 4
loading ...