Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 167
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0175
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0175
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
de’RegîH de’Re r»i Roma. ! G-;-
ina (i). I regni pertanto di Romolo di Nu-
ma e di Tullo Ostilio non si stendono più
ià che il tempo di due generazioni : da Nu-
ïm ad Anco Marzio ci è una generazione
sola, poichè l’uno era avolo dell’altro . Dal
clie seguita ; clie la generazione tra Numa
ed Anco, coincidendo col tempo di Tullo
Ostilio , ci sia l’età di un uomo qualche
amio più o meno da Tullo alla iine del re-
gno di Anco. Onde dal principio del regno
di Romolo alla sine di quello di Ànco cor-
rono da tre generazioni . Lucio Tarquinio
Prisco, uno de’Lucumoni della Etruria, vie-
ne a Roma uomo maturo sotto il regno di
Ânco , de’ cui ügliuoli fu instituito tutore .
E perô l’età di Tarquinio convenendo con

L 4 quella

(i) trtrûprcd cTe' sjjivÎ (.nrà rm xrîaiv ( côs d’A
0Los IropH ) rô anpL rvv ûpvTay\)v zroXsJ!/Sn ràv yv-
voux&Sv .

Id. ibid.

II quale , descrivendo come le donne sabine dx-
viséro la zufsa che ardeva tra i Romani e i Sa-
bini , aggiugne :

fjjtP 7rat0tot jcsv\/tix orpos rxïs xyxxKxis „
loading ...