Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 178
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0186
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0186
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i78 Saggio sopra

di discorso sono i fatti degl’Incas, principl
di quella nazione . Quiyi singolarità di mez-
zi per giungere a un fme grandissiino, mas-
sime della più consumata politica, esemp]
di pietà di magnifìcenza di yirtù: in som-
ma una famiglia dai più deboli principj,
siccome abbiamo dalla storia di Garcilasst?
deila Yega, .peryenne alla signoria del Pe-
rù e del Ghili, paesi di grandissima esten-
sione e ricchezza, e vi foncìò un imperio
iioritissimo, col quale pochi oggi sono in
Europa da potersi uguagliare (1).

Manco Capac, da cui ebbe origine la
schiatta degl’Incas, fu circa la metà del se-
colo decimo terzo ilRomoio di cotesto Im-
perio : se non che Romolo con V armi in
mano, e seguito da una banda di malfatto-
ri si diceva ligliuolo di Marte ; e Manco
inerme e senza partigiani si diceva, com©
Orseo, fìgliuolo del sole, mandato da lui
a ritrarre gli uomini dalla vita che mena-
vano sirnile alle fiere. Mostrando loro quel-
le arti, che sono più confacenti als uorno ,

seppe

(i) Si stencleva cla Quito sin di là dal Ghi-
li, e avea i5oo. leghe di lunghezza .
loading ...