Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 219
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0227
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0227
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
FIORISCONO INSIEME . 2 1 g

ù stretta aniistà tra le buone arti e la fi-
losofìa, cosicchè uno eccellente fisico o
inetafisico, che sorgesse in un paese, po-
tesse coir autorità e colla scorta del suo
esempio formar di buoni poeti e di buoni
pittori. Egli è il vero, che la costituzione
del mondo , che la natura , se vogliamo ,
è Foggetto cosi de’hlosofi come degli arti-
sti, in quanto è investigata dagli uni e imi-
tata dagii aitri. Ma altro è investigarla, al-
tro imitarla : altro è cercar di rinvenire e
ridurre a computo le leggi primordiali ,
dalle quali è governata la universalità delle
cose ; altro è cercar di esprimere le più
belle forme , sotto alle quali rappresentare
si possono quegli oggetti che ne seriscono
i sensi.

E che tali cose sieno del tutto indepen-
denti l’una dall’altra, e nulla abbiano che
sare insieme, lo dimostra anche la storia
delle arti e delle scienze, le quali non an-
darono mai di passo uguale. Ayea pur fat-
to il picciol cammino neirastronomia la in-
gegnosa nazione de’Greci, essi che al tem-
po deila guerra del Peloponneso erano tut-
tayia atterriti dagli eclissi della luna, co-

me
loading ...