Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 226
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0234
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0234
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
3afc> Saggio perche' i grandi Ingegne
zione e di lingua disferente ? Moltissimo
ha da infievolire la efsicacia di un gran-
de ingegno che sorto fosse a Fiorenza o in
Atene , passando, per cosi dire , a traver-
so altre città per costumi per genio per
ïeggi per governo per instituti diverse, niu-
na deile quali yuole in niuna cosa ricever
leggi od esempio da un’altra. Aimeno con-
vien dire , che di moltissimo tempo avrà
esso di bisogno , perchè universalmente vi
sia riconosciuta la autorità sua , e tutti si
volgano ad imitarlo : e ciò perchè essa non
può avere il presto ajuto del costume ge-
nerale e della moda , come in un paese
unito ; ma gli bisogna aspettare il lento
soccorso della considerazione e della dispu-
ta , per cui si venga a ventilare , e a rico-
noscere Hnalmente il vero suo valore . Co*
sicchè l’autorità di uti grande ingegno in
uno stato , che sia uno , opera in un su-
bito : come la luce nel pieno del Cartesio
si propaga in uno istante dalle stelle smo
a noi ; dove negli stati divisi opera lenta-
mente , come la medesima luce , che nel
yôto del Neutono , per venire daile stelle
sino a noi, ci mette degli anni parecchj.
loading ...