Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 257
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0265
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0265
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
NELLA VlRTu' LEGISL. aS'J

10 gli animali nell’Asia sieno più belli a
vedersi e di miglior qualità , più liete le
piante , le persone degli uomini più appa-
riscenti e più grandi che in Europa non
sono . Ma non è cosi, egli aggiugne, dei-
la virilità , della toîleranza nella fatica ,
dell’audacia e del valor militare, nelle qua-

11 cose hanno sopra gli Asiatici la palma
gli Europeie ciò a cagione della mag-
giore asprezza del clima , dei mutamenti
continui nella temperatura dell’aria del caL
do e del freddo , i quali mutamenti irri-
tando gli umori nei corpi , danno anche
moto alla mente dell’uomo, îa inacutisco-
no, non la iasciano dormire . La mutazio-
ne eccita il corpo e Eanima all’esercizio,
e dall'ese rcizio e dalla fatica cresce la vi-
rilità : laddove tenendo le stagioni quasi
sempre il medesirno tenore, gli uomini rie-
scono di più mansueti e temperati costu-
mi , più esseminati e più imbelii ; entra
negli animi ioro il sopore della voluttàj, e
vi pone suo seggio . La similitudine e Fu-
guaglianza genera pigrizia, e dalla pigrizia e
dall’ozio si accresce la timidità , come av~
viene appunto nel dolce clima dell’Asia .

To: IV. R Vero
loading ...