Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 329
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0337
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0337
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I L Gomiî&cio. 3^9

ro lettere credenziali nelì’una mano, e con
mostre di panni lani nelFaitra. Sonosi fon-
date delle accademie delle cattedre pel
commercio, come saceasi altre volte per
la Jisica di Aristotele , o per la teologia di
Scoto . Si studia in ogni paese a imitare
gli Olandesi e gFInglesi, i quali hanno sa-
puto innalzare a’loro mercanti le statue ?
nè più nè meno che già facessero i Pio-
mani ed i Greci a’loro eroi.

La Francia singolarmente, emula in ogni
cosa e discepola dell’ Inghilterra, ha medi-
tato e tradotto i libri , che gl’Inglesi han-
no scritto sopra il commercio; e per quan-
to avesse piene le orecchie del suono'e (Ie~
gli encomj delle armi, ha dovuto conveni-
re col gran Bacone, ch’ esso è F alimento,
la vena porta degli stati. Non furono me-
ixQ vasti dei militari i disegni ch’ella con-
cepi mercantili, e non riuscirono punto
vani gli sforzi che fece per colorirgli ,
Tal città di Francia, la quale all’ entrar©
di questo secolo avea forse due navi e non
più che navigassero in America, ne con-
tava innanzi aila presente guerra sino alie
centmaja, Nella parte settentrionale del

nuovo
loading ...