Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 333
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0341
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0341
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
333

I L COMMERCIO.
sero vicini , posti sotto lo stesso clima e
parlanti la stessa lingua. Del che tra mol-
ti altri esempj chiarissimo è quello di Spar-
îa e di Atene , fondate sopra principj dif-
ferentissimi ; l’una delle quali era rivolta
îutta aile cose del mare , l’altra poco o
nulla vi attese, benchè di porti fornita, e
di ogni altra cosa a ciô far necessaria.

Oggigiorno, mercè principalmente della
stampa, e del libero traffico di pensieri
tra Funo e Faltro paese, ogni nazione pen-
sa quasi di un inodo, Niuna cosa è tra-
scurata , nè quanto agli ordini civili nè
quanto a’mercantili e a’militari, che con-
dur possa alia grandezza; tutte vi sono col-
îivate e promosse con '’ardore grandissimo.
Talchè oggigiorno quelia nazione sarà più
possente che sarà più ricca. E la grandis-
sima industria , che regna presentemente
in ogni lato, riconduce gli uomini in cer-
îo rnodo ailo stato primitivo di natura ; m
quanto che più ricca, più possente, e del-
le altre vittoriosa sarà all’ultimo quella na*
zione , che possederà ii più di materie prù
me , e di persone ,
loading ...