Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 399
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0407
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0407
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I L CaRTESIO. S99

pi : talmente che dairacutissimo Clarke vie-
ne fondato 11110 de’capitali argomenti con-
tro ai materialisti e allo spinosismo sul va-
cuo neutoniano (1).

Noi per altro non vorremo mai imputa-
re al Cartesio Tabuso che altri fece delle
sue dottrine ; e tempo perduto sarebbe quel-
ïo che si spendesse a mostrare contro a’
suoi nemici, come dell’ateismo non poteva
essere mai legittimo padre un filosofo, che
si dava vanto di avere più che rnatematica-
mente dimostrata la esistenza d’lddio (2).
Ma siccome non siamo per imputargli le
colpe altrui, cosi non gli daremo nè man-
co merito delle altrui virtù : e però tempo
egualmente perduto si dovrebbe riputar quel-
lo, che altri spendesse in confutare quella
asserzione dei fautori suoi, che mercè la

cer*

(1) JJn cartesien athèe est un philosopïie
tjiii se trompe dans les principes ; un newto-
nien athèe seroit encore cjueltjue chose de pis,
un philosophe inconsécjuent.

M. d’Alembert De l' abus cle la criticjue
en matiere de religion. art. 6.

(2) Encyclopédie art. CarLesianisme„
loading ...