Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 421
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0429
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0429
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S O P R A O R A Z I O . 42i,

îescenza, che . tra per l’autorità cli CiceJ
rone , che lo facea sorte in seriato , e
legioni cle’ veterani, che si andavano rac-
cozzando insieme a suo favore , 1’ anno se-
guente marciò insienie co’ due consoli Irzio
e Pansa contro a Marcantonio dichiarato
nemico dello stato , da cui era tenuto as-
eediato Decimo Bruto in Modena e vi
marciò come deiia repubblica protettore ©
della libertà.

A tutti son note le fiere battaglie, ch©
non lungi da Castelfranco si diedero, in
cui morti rimasero i due consoli Irzio e
Pansa; e la terza, per cui Ottavio obbligò
Marcantonio a levar l’assedio di Modena,
e verso le alpi rifuggirsi per accostarsi a
Lepido che la Gallia narbonese teneva, men-
tre Numazio Planco ne teneva il idinanen»
te, ed erano da M. Asinio Pollione con duo
legioni occupate ie Spagne.

Ottavio non si mise altrimenti ad inse-
guire Marcantonio; ma con l’occhio rivol-
to aPioma, quivi se ne tornò : e non avem
do potuto ottenere alPamichevole (a cagio-
ne , dicevano, della età) 1’ ovazione che do*
mandava ; gli ssorzò dipoi alla testa dell©
D d 3 le-
loading ...