Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 424
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0432
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0432
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
4m 5 A <3 G I o

tempo erâ composta di dieci coortij e Fot^

mava un corpo di cinque mila fanti.

Per ben due anni andò egii sotto Bruto
militando qua e là in Asia, il quale, non
meno che Cassio, taglieggiando terre, irrt-
ponendo contribuzioni, afforzava sè mede-
simo il meglio che poteva ; sin tanto ch©
riunitosi con Cassio deliberarono di aspetta-
re i Triumviri a Filippi, che già avevano
valicato il mare a Durazzo, e se ne erari©
insignoriti, in un forte e bellissimo campo^
che quivi scelsero nelF abbondanza e dovi-
zia di ogni cosa, inferiori soltanto a'Trium-
viri nelia qualità dell’ esercito e nella fama
del capitano Marcantonio.

Così si trovò dalla reità de’tempi Orazio
suo malgrado mvolto nelturbine, come dic'
egli medesimo, della guerra civile; e sotto
Bruto prese quelle armi, che male dovea-
no reggere ai nerbo di Augusto (i).

Dalla seconda giornata di Filippi, che

de-

CO Dus a sed amovere loco rne tcmpora grato ,
Civiliscjue rudem belli tuiit cestus in armct
Ccesaris Augusti non responsura lacertis

Ep. 2. lib. IL
loading ...