Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 452
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0460
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0460
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
4~>3 S A G G I O

se è fonte della giustizia e della equità(i),
Se non vivi guidato dalla prudenzà dalia
onestà e dalla giustizia, invano fai ragion©
di giocondamente vivere ; è domma tanto
di Epicuro quanto di Orazio (a) . E frnal-
mente cosi dalFuno come dall’altro il som-
ino de’beni veniva riposto nella assenza del
dolore quanto al corpo , e quanto all’ani-
mo in una perfetta tranquillità (3).

Troppo per avventura potrk parere ad
alcuni essermi io di?teso a provar cosa, che
i piu crederanno non avere di tanti discor-
si mestiero : lo che io ho creduto dover
fare^ per aver sentito uomini di molto in-
gegno e di non minore dottrina forniti e

del

(O Atcjue ipsa utilitas justi prope mater
et aecjui.

Sat. 3. lib. I.

(2) S3C t<?lV i/S'îCüS ^JìV eiVi’J ‘t'Û (ppOVLpjOS , KefJ
XiiXMS , 3'1X1 <TIX.Hlù)S .

Ibid.

(o) TisTcov yàp üîcopict, dirt.aviis ’iîào'av atpîcnv ,
xcci cpuynv ivctvayctyuv oS'ov îttl tvv va cscouxtos
vyiuctv , xoci Ti)v Tvis 4,JX*f} ^ Tiiro

rrà f.ict%apicûs Çijv ss-1 tsKos .

Ibid,
loading ...