Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 4) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-4]

Seite: 506
DOI Seite: 10.11588/diglit.28023#0514
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd4/0514
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
5o6 S A G G ï O

L’ arte oratoria o poetica puó ben mostrar-
ti la via di ordinar rettamente ciò che hai
da dire ; ma ciò che hai da dire sull’ufsi-
zio del capitano del cittadino , sulla cultu-
ra delle terre , su’ movimenti de’pianeti ?
te lo può soltanto insegnar la dottrina e
lo studio . II principio e il sonte del bene
scrivere è ii buon giudizio , dice Orazio :
i libri socratici te ne potranno fornir la
materîa : e colui che Favrà scelta secondo
le forze sue, che i’ avrà bene stndiata , e
digerita in mente, non mancherà nè di
facondia nè di ordme ; e le parole corre-
ran dietro spontanee alie cose (i). Raccon-

tasi

si moclo sim , aut etiam cjuicumque sim ,
non ex rethorum osficinis , secl ex Acade-
miae spatiis extitisse .

In oratore .

(1) Scribendi recte , sapere est et principium
et sons .

Rem tihi Socraticae poterunt ostendere
chartae,

Verhacjue provisain rem non invita se-
qnentur .

Qui didicit, patriae quid debeat, et quid
amicis s

Quo
loading ...