Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 25
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0033
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0033
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Milxtaei.

trovò; ed il Re ebbe a dire, cbe s’egli aves-
se in quel fatto d’arjni seco avuto il signor
Giovanni, ei non sarebbe stato perditore (1).
Asserisce ii padre Daniel (2), cbe venne Fran-
cesco I. alla deliberazione del crear le le-
gioni, come non ignorante della storia an-
tica; noi possiamo ben aggiugnere, come
non ignorante altresì della moderna. E do-
vranno anche in questa parte i Francesi ave-
re un qualche obbligo agl’Italiani.

State sano , ed amatemi.

Di yilla 21. Giugno 1759.

(1) Nella vîta di Cosimo de’Medici primo
gran duca di Toscana, descritta da Aldo Ma-
riucci .

(a) Histoire de la miiice ffançoise T. I. liv, IV.
chap, 6.
loading ...