Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 54
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0062
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0062
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
J)4 O P E R E

E quando mai per fede vostra ayete udi-
to citare il Segretario, allorchè si sostieno,
che il nemico non si dehba aspettare den-
tro alle trincee o le linee ; per forti che
sieno ? E pure che altro mai si dice dal
marchese di Feuquiere, e dagli altri mili-
tari, a provare il difetto di quest’ordine
di combattere, che quanto ne dice il Se^
gretario medesimo? Di gran pericolo egli
mostra esser pieno un tal modo di far gior-
nata. Potendoti assalire il nemico a sua po-
sta tutto insieme da qualunque banda, ti
conviene tenere ogni luogo guardato ; e vie«
ni a disunire le forze : con che egli ti as-
salta con tutte le sue; e tu solamente con
parte delle tue ti difendi. Tu puoi esser
vinto in tutto, s’egli penetra dentro; que-
gli, che è di fuori, solamente ributtato,
E perô sano consiglio, ancorchè tu sia in-
feriore di forze, è Fuscir fuora a combat-
terlo (i).

Che più? di quello importantissimo ca-
pitolo del cavalier Folard intitolato il colpo

d’ oc-

(i) Lib. VII. arte della guerra. Vedi me-
rnoìres de M. de Feuquïere chap. 79. et chap. 86,
loading ...