Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 60
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0068
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0068
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
E

6o O P E IÌ

me essi erano aître volte gli architetti mi-
litari di quasi tuttaEuropa. La tanto cele-
bre cittadella di Anversa fu costrutta dal
Pacciotti diUrbino; la fortezza di Spandau
nel Brandeburghese, e quella di Custrino
assediata sanno passato da’Russi; e presso
a cui fu combattuta la gran giornata di
Zorndorff, furono costrutte su’disegni di
un Francesco Giramella, che verso la ftne
del cinquecento era a’servigj dell’elettore
Giangiorgio.

Di scrittori militari non manca certamen-
te l’Italia, nè manca cli buoni precetti il
Segretario horentino. Oltre a quanto ragio-
na della guerra nel libro da lui composto
sopra tale argomento,, ne ragiona altresï ne'
suoi discorsi sopra le deche di Lvvio , dovo
egli prende a considerare la efhcacia dei
mezzi, parte civili parte religiosi e parte
militari, che condussero i Romani alla sU
gnoria del mondo. Quivi al capo XXIIL
del libro I. egli muove tal quistione: se
contro a un nemico, che venga grosso ad
assalirti nei tuo paese circondato da mon-
ti , si debba o no guardare i passi ; e
la dîfsinisce in tal modo. Se un solo è il

luo-
loading ...