Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 63
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0071
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0071
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Militari. 65

scappò detto col suo storiografo, che do-
vesse fare incetta d’avanzo di carta e d’ in*
chiostro, che ben egli fornito gli avrebbe
materia da scrivere. Non ostante che tor-
nar se ne dovesse con tanto suo danno Γ
Imperadore, e con le trombe nel sacco ;
non mancarono di levarsi i romori contro
al Montmorency; e venne heramente sin-
dicata la condotta di quel valente capitano,
che era stato scudo della Francia. Diceva-
no, che doveva stare su’monti, e difender-
ne il passo contro a’Tedeschi, dove cin-
quecento uomini erano bastanti a tenerne
in collo dieci mila, e una mano di Fran-
cesi potea fermare tutto i’esercito di Car-
lo Y. ; che alla più trista egli era sempre a
tempo a ritirarsi àd Avignone, se pure quivi
di fortiiicarsi intendeva; che cosi operando
avrebbe difesa, non distrutta come fatto
avea, la Provenza. Contro a costoro pren-
de la difesa del Contestabile il signor di
Langeay nel suo libro della milüas discipli-
na, e adduce le ragioni, che il mossero a
eondursi nel modo che fece (i)< E quali

ra-

(i) Liv. II. chap. 5.
loading ...