Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 93
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0101
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0101
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Militari. 9S

da che Vinimico si scuopre, sino a tanto che
egli sîa sconfitto e cacciato dal campo, ven*
ga incessantemente bersagliato e battuto ; e
quanto più da vicino egli si accosta , tanto
pià spessa sia la tempesta de tiri sopra di
lui; prima dalla lungi da’colpi del canno-
ne, poi pià dappresso dal moschetto, e con-
secutivamente dalle carabine dalle pistôîe
dalle lance dalle picche dalle spade, e dalÎ
nrto medesimo delle truppe (1). In una pa-
rola vorrebbe il Segretario, che corte e
grosse fossero le giornate, come le giorna-
îe erano appunto e le guerre dei Romani
conquistatori del mondo.

Io yi abbraccio, come posso, dalla lun-
gi, e sono il vostro.

Di yilïa 9. Agosto iy5g.

(i) Lib. I. cap. 1.

*c*
loading ...