Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 108
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0116
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0116
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
1θ8 0 P E R E

dietro gran quantisà di macchine e di mu-
nizione da trarre; e nella battaglia le pose
dinanzi alla fronte dell’esereito negl’inter·*
yalli, allo stesso modo che suolsi ordina-
riamente da noi praticare coll’ artiglieria di
campagna (1). Ma per ciô che si appartie»
ne alla milizia romana, trovasi in Vegezio,
come nella legione vi era per ogni coorte
ripartito un onagro, o sia una balista, e
per ogni centuria una carrobalista o cata-
pulta, come presentemente ciascun batta-
glione ha seco i suoi pezzi da eampo. Ve-
niva la carrobalista tirata da’muli; una ban-
da di undici uomini era assegnata ai servi-
gio di essa, per caricarla cioè maneggiarla
e puntarla. E non solo la adoperavano, egil
dice, a difendere il campo ; ma ad ossen-
dere ancora il nemico in campagna (2). So-

iea-

(1) EVi' tÎstoiî ζΐνγΊ 7τλ?/θθί òpyàvtov , %cte

βΐΚων -Λομιζοντχ ■/Λ'ταττίλΠΛων .

Polyb. lib. XI. cap. 5.
T«r <Tê χχταπΐλτχί τρο ττάσιη ετεπισε τνη Συνχ-
y.ms iv ίΊχη/μχσιν .

Id. ibid. paulo post.

(2) I.cgio autem non tantum milituni nu~

mero ?
loading ...