Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 128
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0136
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0136
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
128 O P E ït E

contro a quelli clie di fuori potessero ve-
nire a soccorso della piazza medesima; do«
ve mirabili veramente erano le opere loro,
E se alEassedio di Filisbourg, e novellamen-
te al blocco diPraga, si è veduta una qual-
che particolare industria, là ne’pozzi, qua
nelle bocche di lupo che proteggevano le
linee ; non fu che una leggiera imitazione
di quanto in simili occasioni praticato ve-
desi dagli antichi. Alla piazza si avvicina-
vano coperti, quanto piùpotevano. Sosten-
gono alcuni, che il facessero per via di trin-
ciere, secondo l’uso di oggidi; altri lo ne-
gano : ma la verità si è, che per aver si-
cura la comunicazione tra la fronte dell’at-
tacco ed il campo, si coprivano con una

spe-

sinuati, ut latera oppugnantium ad ictus pa-
tescerent.

Tacit. histor. lib. IV.

Sagittarii, vel funditores scopos, hoc esé
fruticum vel grarninum fasces, pro signo po-
nehant ita, ut sexcentos pedes rernoverentur
a signo, ut sagittis, vel certe lapidibus ex
fustihulo signum sctpius tangerent.

Yeget. lib. II < cap. 53..
loading ...