Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 169
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0177
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0177
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Mîlitaâî. i6g

Egli per altro è pieoo di assai belle ay-
vertenze anche in questa parte degli asse»
dj. Contro alle cave o mine, per esempio?
e^fli inseana, oltre al cavare delle contra»
mine, a, fare ii fosso tanto profondo, che
il nemico non possa cavare più basso di
quello che non trovi l’acqua, che è la gran
ìiimica di queste cave . E se la fortezza sos-
se collocata in poggio, allora convien fare
dentro alie mura assai pozzi profondi, i qua-
li sono come sfogatoj di quelle cave, che
il nemico vi può ordinar contro (i); il che
è assai conforme alle moderne dottrine. Con
esse parimente si conforma; mostrando il
modo di fare ripari dietro alla breccia, co-
si che non ostante la rottura del muro si
renda sommamente difficile al nemico il
penetrar nella piazza; mostrando, che miglio-
ri sono i fossi. asciutti che i fossi con acqua:
e secondo i precetti de’ più rinomati mo-
derni vuole in generale , che assai estese
non picciole sieno le opere, per potervisi
meglio riparare e tenere contra il furor deb
le artiglierie (2).

E ciò

(1) Lib. ΥΠ. arte della guerra.

(a) Ibid.
loading ...