Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 170
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0178
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0178
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ίηο Ο ρ Ε η Ε

Ε ciò Ì3asti intorno al sistema della for-
tificazione dei Segretario. Aggiungerô sol-
tanto, ch’egli dice in alcun luogo salvo
sempre migliore giuciizio (1); che ben mo-
sti'a la cautela, con cui crede dover par-
lare di cose, cbe non erano della profession
sua. E cosi delle cose di mare, per nou
IIe avere, dic’egli, notizia, non ne presu-
me parlare in alcun modo, protestandosi di
lasciaï-le ai Genovesi e ai Yeneziani, i qua-
li coü si fatti studj, egli aggiunge, hanno
per lo addietro fatto gran cose (2). E ve-
ramente gl Italiani chiamar si potevano u! ·
cuni secoli fa le potenze marittime. JNTon
eonosceva allora il mare la bandiera ingle-
se, che presentemente il signoreggia; e qua-
si si potrebbe clire col Montesquieu, che
la Olanda a quei tempi non era ancor fat-
ia, lo sono il vostro ec.

-Di vilia 8. Settembre ijBq,

(1) Lib. VII. arte della guerra.

(2) Ibid.
loading ...