Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 187
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0195
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0195
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Mîlitahî. 187

non siate comanclato nè dal luogo nè dal
nemico , e vi abbiate il vantaggio dei pae-
se e del îerreno . II campo lo potrete for-
îilicare di tagliate d’alberi, o cavando ter-
ra munirlo d’argini di trincee di fossi(i);
dare il nome, metter le sentinelle , ordi-
nar le poste. Le terre, che avrete alle spab
le del campo, procurerete di conservarle,
come quelle, che parte vi debbon fornire
della vettovaglia ; e il paese accasato e ag-
giardinato non guasterete per modo niu-
no. Quindi con la cavalleria leggieri p.o»
trete spargervi per la campagna, cavalcare
il paese che vi è innanzi, foraggiarlo pre-
darlo (2) ; bezzicar di continuo i nemici ;
afsrontato sguizzare e rigirare alle spalle,
e sempre con qualche fazione il nemico
annasare : e con ogni mezzo da’desertori e
dalle spie farete di sapere i disegni e gli
andamenti di lui, per non cadere nella

sen«

(1) Bastionar di zolle , asfoi’zare , steccare ,
trincerare ec.

(2) Dare il guasto al paese , guastarlo, sac-
cheggiarlo ec.
loading ...