Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 199
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0207
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0207
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
MlLITARI. igg

del tiro della prima linea del nemico. I
Rotnani solevano ordinarsi in tre schiere di
dieci, di nove, o almeno di sei uomini dî
fondo; e tra la prima e la terza schiera ci
correva poco più di un. quattrocento piedio
Tal distanza ricavare si puô da due coses
che le loro armi da getto tiravano da cin-
quecento piedi circa, come si ha daVege»
zio; e che i Triarj, che componevano la
terza schiera, non erano altrimenti nel tem-
po clella zufsa fuori del tiro di esse, come
quelli che per difendersene se ne stavano
con l’un ginocchio a terra, e coperti dallo
scudo. Nè già per essi miiitavano quelle
ragioni dei porre tanta distanza tra le Imee
deH’esercito, che militano per noin Contro
le armi da trarre del nemico erano mercè
deîla loro armadura bastantemente difesi.
1 loro manipoii non essendo cosi numerosi
iome î nostri battaglioni, e occupando un’
assai picciola fronte ; per avere anche più
uomini per iîla che non abbiam noî, noa
era loro bisogno di cosi larghi spazj, per»
chè ne potessero marciare due o tre di pa·
ï'i '.ra le linee dalFuna alFaltra aia dell’eser-
citc. E costumando i Romanî combattere

N 4 i»
loading ...