Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 229
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0237
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0237
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
clere una lingua. Non pochi sbagli deil’au-
îor suo intorno alle cose romane , e singo-
larmente alle imprese di Giulio Cesare, ha
egli rilevati nelle note , di che lo corre-
da. Parecchj fatti assai importanti o scam-
bia Plutarco, o gli confonde gli uni cogli
altri ; poco esatto si mostra e fedele nel
riferire la giornata di Alessia : in quella
più memorabilé di Farsaglia mette Pom-
peo all’ala diritta dell’esercito, la quale di-
fesa da un fiumicello non dovea avere , e
non ebbe, si puô dire , parte alcuna in
quel gran fatto d’arrni ; laddove Pompeo
era alla sinistra, dove posti avea tutti i ca-
valli, e la sicurezza della vittoria, e qui-
vi egli intendeva di governare la fortuna
di quella giornata. Similmente, contro alla
descrizione dello stesso Giulio Cesare, ra~
giona del suo ordine di battagliaj e fa giuo-
care quella quarta schiera di fanti, ch’eglt
avea collocata di sghembo dietro a’suoi ca-
valli , per fortificar l’ala sua diritta contro
la moltitudine della cavalleria di Pompeo,
e far tornar vano ogni disegno di lui. Quan-
te cose importantissime non lascia ancora
Plutarco nella pennai5 e tra le altre la bat--

P 5 ta-
loading ...