Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 254
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0262
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0262
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
4 D I S C Ο R S I

l'onore ayealo Koulicano. In. lui erano ri-
Volti gli occhi tutti; per tutte le strade ri-
suonava ii suo nome ; ognuno lo salutava
nuovo fondator dell’imperio , quasi un al-
îro Scha-Àbas, liberatore della Persia, pa-
dre della patria. In mezzo a tanto giubbi-
lo si levô un grido di sar man bassa sopra
due inila Aguani, che non aveano potuto
in csuel trambusto seguire Asrafso , e che
si erano arresi a Tamasso. E già ü popo-
laccio correva a furia ; se non lo avesse con-
tenuto con alcuni de’suoi lo stesso Kouli-
cano : il quale non cesso di rappresentare,
non doversi per conto niuno rornper la da-
ta fede , insanguinar la pace e la città ; e
non esser di un animo generoso dare ai
nimico per terra , e che grida mercè . E
fece nello stesso tempo bandir per tutto a
nome del Sofi , gli Aguani che si arren-
dessero, doversi da ognuno tenere iion piu
ribelli, ma ciitadini.

Rimesso Tamasso nel palagio de’suoi mag-
giori, ritornô Koulicano all’ esercito, ch era
attendato fuori; nè per allegria ed ebbrez-
za di quei dì vi rallentô punto la discipli-
na . I capi e i soldati pubblicamente rin-
loading ...