Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 277
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0285
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0285
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Milîtaïiî.

ponte di là dal iiume , quello si taglia ; e
in tanto che una banda di granatieri posti
in alcune casette di qua difsicultano al ne-
mico il rifarlo, discende dalla collina in
più colonne FesercitOi E come quello, che
non ayea seco cavalleria, si forma in un
quadrato, prese le bagaglie nel mezzo ; al-
îa maniera che marciarono i Hussi per li
deserti posti tra la Ucrania e la Crimea j
e come trovasi avere anche talvolta fatto
nella tanto celebre sua ritirata Senofonte .
Si marcia dunque nella pianura in quadra-
ta ordinanza . Da alcuni nodi di granatieri
si pigliano le eminenze, ch/erano per viaj
e alcune bande di essi si mandano innan-
zi a pigliare il bosco , per mezzo a cui
conveniva far cammino dipoi.

Intanto rifatto il ponte valica il Eume il
nemico ; si spande co^suoi cavalli nella pia-
iiura, tenta di penetrare qua e îà, e qua-
si da per tutto ne pizzica . A tutto si re-
siste in virtù del buon ordine . Più che
dalle scaramucce del nemico , è ritardata
la marcia dalla malignità del terreno. Vi-
cino al bosco sente alquanto di una palu~
de^, che ricinge da una banda il boseo me-

S 3 de-
loading ...