Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 278
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0286
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0286
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Discorsi
desimo., il quale dall’altra è cinto dal Hu-
ine . Qualche carretta sfonda ; ma pronto è
l’ajuto, e si fa cammino. All’entrar del bo»
sco si muta l’ordinanza del quadrato . Sfl-
la una parte delle fanterie e va innanzi ;
seguono le bagaglie ; e chiude la marcia la
maggior parte dell’esercito, a sostenere il
nemico che è in coda . Non fu vana la
precauzione di aver prima con alcune bam
de di granatieri pigliato il bosco. Avea il ne-
mico mandato di grandissimo mattino buon
numero di cavalli lungo l’altra riva del bu-
me, i quali passatolo , e appiattatisi in un
folto, credevano potere attaccarci in fron-
te e da un hanco , mentre noi avessimo
pensato soltanto alla schiena . Ma ben egll
si potè accorgere.

Che saetta prevista viert più lenta i

anzi il colpo riusci vano del tutto . Tanto
che} dopo molto scaramucciare e sostene-
re a tempo quelli ch’erano talvolta costret-
ti a cedere, si valicô felicemente il bosco^
e si ridusse in salvo l’esercito.

Tale spettacolo eseguito da’migliori attori
che immaginare si possano , da aitrettanti
loading ...