Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 313
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0321
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0321
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Militari. Sl3

saiva padrone în certa maniera del nuovo
mondo .

Ridotto finalmente col solo Centurione
prese non lungi da Maniglia la nave di Aca-
puico 5 che fa il trasfico diretto dell’Ame-
rica e delFAsia ; e in capo a quattro anni
tornô in Inghiiterra pieno di ricchezze e
di gloria , come altre volte tornô in Gre-
cia Giasone.

Tutti i suoi disegnî erano guidati dalla
prudenza e daila virtù: ma in due casi sin-
goìarmente provô molto benigna verso di
lui la fortuna, Àpprodato nel mar-pacifico
all’ isola di Tinian , una delle poche isole
che sono neila vasta ampiezza di quel ma-
re che tiene quasi un emisfero, attendeva
qîjivi a ristorar sè e ie sue genti, quando
nna notte un nodo di vento spinse iungi
dal lido la nave , e la cacciô in alto ma-
re. Per diciotto giorni non la vedendo più
comparire, benchè tutti si stessero tuttodi
eon le ciglia aggrottate verso Γοπζζοηΐβ i
ia credettero perduta : ed egli si vide qua-
si confinato per sempre îra gli antipodi del
nativo suo paese in. mezzo a un mare va-
stissimo, solitario, e da una sola nave spa-.
loading ...