Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 331
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0339
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0339
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Militari, ΖΖι

Immanem velutipecora ìnter ìnertia tìgrern etc
Et si continuo victorem ea cura suhisset,
Rumpere claustra manu, sociosque immitte-
re portis,

Ultimus ille dies bello, gentique fuisset etc.

ibicl.

Dopo tali successi giunge Enea di Tosca-
na sopra un’armata da mare, con nuovi aju-
ìi di genti, massimamente di cavallì, di cui
era gran penuria neil’ esercito trojano. Pi-
glia terra in onta di Turno, e canibia to-
sto la faccia della guerra, dx difensiva, chs
eìla era stata sino allora, convertendola in
offensiva. Non più si tengono ì Trojani
dentro a’trincieramenti del campo, ma ne
escon fuori, pigliano la campagna, e si met-
ìono in marcia, per venir essi ad assediare
la capitale del re Latino, L ordine della
marcxa è, quale si conviene nè più nè me*·
no alla natura del sito per cui marciar si
dovea. Iì terreno, cbe giace tra la città de’
Latmi e il cainpo de’Trojani, è parte mon-
tuoso, e parte pianura. Gon la fanteria pi-
glia Enea la strada del monte, e si fa co-
steggiar dai cavalli giù per la pianura, par-
ìe de’ quaìì doveano batter la campagna,

ri-
loading ...