Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 332
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0340
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0340
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
33a D i s c o ϊι s ï

riconoscere bene ogni sito, e da ognî parj
te annasare il nemico :

AEneas, ut fama fulem, missique reportant
Exploratores, equitum levia improbus arma
Praemisit, quaterent campos ; ipse ardua
montis

■Per deserta jugo properans adventat ad ur<*
bem, lib. XI.

Turno piglia il partito di marciare esso
similmente alla testa de’santi per la mon-
tagna incontro ad Enea: e come pratico del
paese intende di pigliare alcune gole tra’bo»
schi, che doveva necessariamente imbocca-
re il nimico,, se pur volea marciare innan-
zij intende d’insignorirsi delle alture, e col
favore del sito combatterlo e disfarlo. Nel
medesimo tempo commette’, a Cammilîa a
Messapo e agli altri condottieri di cavalleria
di marciare per la pianura incontro a’cavalii
nemici, e di sostenergli, intanto che egH
sarà alle mani con Enea.

Furta paro belli convexo in tramite silvae
TJt bivias armato obsidam milite fauces.

Tu Thyrrenum equitem collaùs excipe signis,

7 e-
loading ...