Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 367
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0375
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0375
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
MîLITARI. 567

 ogni inoclo non ci essere impresa gram
de senza grande pericolo, ed essere dai sa-
sj giudicata prudenza l’audacia, dove strin-
ga la necessità. Standosi, esser certo il pe-
ricolo, e farsi maggiore di di in dij ope-
rando, potersi la perdita convertire in vit-
toria; e alla peggio commettersi Fevento
alla fortuna, la quale d’ordinario si laseia
comandare da chi l’urta virtuosamente, non
da queili, che freddamente procedono.

Tale fu il mio consiglio di guerra, fa-
cendo quanto era in me di leggere (vede-
£e arditezza da non iscusarsi) dentro alla
mente di Federigo. Siane il giudizio in voi«
ïntanto si starà a vedere

Incertos bellorum exitus Martemque com~
munem.
loading ...