Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 368
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0376
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0376
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
368

D I S c O R S I

DISCORSO XVI.

Sugli esfetti dellci giornata di Lobositz

A L S I G N O R
CO: BONOMO ALGAROTTI.

* o*

p

X Armi non sia punto da dubitare, Fra-
tello amatissimo , clie il re di Prussia non
îogliesse volontieri a perdere non una bat-
taglia di Lobositz, poichè pur vogliono ch’
e’ l’abbia perduta, ma dieci altre ancora a
quella consimili, purchè gli esfetti conse-
guitar ne dovessero i medesimi. E in fat-
ti chi non vorrebbe perdere un qualche
miglio di paese, un qualche mila soldati ,
che ti suole ordinariamente costaie una gior-
nata in cui tu abbia la peggio, per avere iri
cambio una provincia della estensione del-
la Sassonia, che fa da tre milîoni di ahi-
tanti; che ha d’ordinaria entrata sei milio-
îii di talleri, e nel suo seno le miniere del

Fre-
loading ...