Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 376
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0384
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0384
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
3y6 D i s c 6 R S ί

to era alla te&ta dei medesimi Sassoni alla
giornata di Kesseldorfs a cui era mancato·
piuttosto la occasione che la virtù . Con-
certô con esso lui ii Brownche il gior-
no 12. di ottobre sarebbesi troyato eon ub
corpo di genti scelte a Schandau , grosso
viliaggio delia Sassonia posto alla diritta
dell’Elba : vi fosse egli ancora con l’eser-
cito sassone ; assalirebbero da due lati il
nemico , e rottolo, marcerebbero uniti in-
sieme al campo di Budino, e quivi poi se-
condo il tempo prenderebbero per la co-
mune salvezza nuovi consigli.

Preposto ali’esercito di Budino il Luc-
cbesi, uomo ardito, di romanzesco valore,
e cbiaro per la giornata di Piacenza , tra-
scelse ii Brov/n otto mila fanti e due mila
cavalli , e con essi passo quietamente 1Έ1-
ba il di sei a Rauduiz, quasi alla schiena
del campo. Disposti ne’luogbi più oppor»
tuni verso l’Elba varj nodi di cavalleria leg-
geri, acciocchè i Prussiani, che sulla riya
diritta del fiume tenevano Teschen, non
avessero odore della sua marcia, camminô
per un lungo circuito a Boesmic-lipa e a
Kamniz, e verso la sera degli undici arri*


loading ...