Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 382
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0390
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0390
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
58a Discoiisi

ne, animo fermo, trattati sugosi e brevi

alla romana .

Quando pervenne al mînistero trovô la
lega con Prussia già fatta. La prima sua
©perazione fu di rimandare gii Annovere-
si e gli Assiani alle lor case, e di ieva-
re per la difesa dei regni una nazionale
milizia.

Quello che parrà sommarnente maravi-
glioso a chi non è delle cose d’Inghilter-
ra molto istrùito , e che per altro anche
in Inghilterra fu d’insolito esempio, si è,
che quantunque ministro del re, contrariè
i consigli e la volontà del re.

Era il duca di Cumberlàndia traghettato
di Londra in Gertnania xl inese di aprile
aila difesa di Annover contro un grossissh
mo esercito francese , che a quella volta
marciava ; ina era traghettato sènza potere
recar seco ün forte ajuto d'Ingiesi j come
avrebbe voluto medesimamente il re suo
padre, a cui, come è beu naturaie a pen-
sare , stava sopra ogni altra cosa Annover
a cuore . Si mise ia cosa a nuova delibe-
razione nel consiglio , se fosse da mandar-

si
loading ...