Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 410
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0418
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0418
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
4iO Biscorsï

cinquantasette allà poco bella capltolazlone
di Breslavia.

A ogni modo sarà Maxen un tristo mo·
numento , la Narva lo Bienheim dei Prus-
siani j ehe ben faranno essi di cançellar©
con qualche lunlinoso fatto e preclaro., In-
tanto se abbisognassero di più alte consola-
2i01.iL e più degne di loro, possono far con-
siderazionej che i Rotnani, che vantar po-
tevano la giornata di Zama cli Pidna di Aies-
sia, e tante altre segnalatissimo vittorie che
gli resero padroni del mondo, ebbero una
volta a depor l’armi, e piegare il collo sot-
îo al giogo caudino,

Vedremo che fàrà Daun dopo cosi gran-
de impresa, dopo aver menomato il Re for-
se deüa terza parte deil’esercito. S’egli pur
si dee dalle passate cose fare argomento per
giudicare delle avvenire, pigliato il mosco-
ne a Maxen , tornerà nelle sue fortezze di
Plawen , e se ne starà iyi tutto l'inverno
guieto e tranquillo ».
loading ...