Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 415
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0423
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0423
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
MlLlTARÎ. 4l&

la Francia, oltre al renderle sommamente
più agevoli le tratte dei Negri, per poi col-
tivare in America le proprie sue isole , e
venderne il soprappiù in bei contanti agli
Spagnuoli . Ricchissimi oltre ogni credere
sono i guadagni, che dal traffico dell’avo»
rio, deiia polvere d’oro , deile gomme so->
prattutto ne ritraggono. Taichè il restituire
a’ Francesi le isole delio zucchero e la Go»
rea , il dar loro iicenza di pescare a Ter-
ranuova, era lo stesso che far loro dono di
tre inilioni sterlini e più. A quale più al-
to prezzo avrebbero comperata dal nemico
la pace glTnglesi vinti ; essi, che in ogni
parte deî inondo l'aveano sconfìtto , se T
avean messo sotto a’piedi , Taveano visto
boccheggiare ? Gon tali restituzioni e con-
cessioni sarebbesi in brevissimo tempo rifat-
îa la Francia d’ogni sofserto danno ; avreb-
be tosto rimesso m mare di grosse armate,
con le quali uguagliare i loro rivali, e por-
re in sommo pericolo la fortuna dell’Inghil-
terra, che sta nello essere a qualunque al-
tra nazione nel traffico e nelle forze ma»
rittime superiore. Essersi andato troppo lun-
gi dal segno nell’obbietto delia pace, il qua»

le
loading ...