Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 419
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0427
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0427
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Militari. 419

guitar 11e potevano per la Inghilterra, ma
nel medesimo tempo ne suggeri.un rime-
dio prontissimo sacilissimo immancabile ?
Questo era di spedire a Saunders, clie il
mare teneva di Cadice, perclrè incontro a’
gaîeoni, ehe allora di America in Ispagna
tornâyano, mandasse un quattro o sei na-
yi, che gli prendessero ardessero o colas-
sero a fondo. Cosi ogni contratto di fa-
miglia scioglievasi di per sè ; svaniva ogni
pericolo, tagliati al nemico i tesori delîe
Indie, toltoli il nerbo principalissimo del-
la guerra . A cosi salutare partito forte-
mente si oppose chi meno si saria credu-
to j, inilord Granviile presidente del consi-
glio , che già sotto nome di Carteret avea
tante volte fatto tremare nel parlainento il
VYalpole, autore del trattato di Worms,
uomo de’più eloquenti e de’ più violenti
ad un tempo. Rappsesentô, non doversi
dar corpo cosi subito alle semplici ombre ;
molto meno su’semplici sospetti doversi ve-
nire a' fatti decisivi. Alla Spagna doversi
rnetodicamente richiedere in prima rischia-
ramento e lumi su cjuanto dava materia a'"
ptesenti consigli ; si vedrebbe poi il parti-
Dd 2 toj
loading ...