Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 424
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0432
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0432
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
/s24 Discorst

Ma sopra tutto tenere durante ïa estate
rma buona armata, la quale, da Halifax
scorrendo le acque del golfo, e tessendo
le foci del fiume di s. Lorenzo, yegliasse
del continuo percliè i Francesi non rimon-
tassero con legni armati il fiume, e recas-
sero a’barbaii munizioni da guerra per ar-
raargli contra gFlnglesi.

Questa medesima armata avrebbe ancora
da vegliare, perchè i Francesi, nè altra na-
zione, ne fossero venuti a pescare nè pu-
re un baccalà sul banco di Terra-nuova,,
o altrove nel golfo.

Conchiuderete agevolmente da c£uesto,
che giusta gli articoli clella mia pace, nel-
la pesca non ci clovevano avere i Francesi
parte alcuna. Cosi è veramente. Troppo
importa levar di mano al nemico i mezzi
di risorgere, una volta che atterrato lo hai:
e d’altra parte a me sembrava, che la re-
stituzione fatta ai Francesi di tutto il Ca-
nadà e della Luigiana dovesse abbastanza
risarcirgli clella esclusione dalla pesca me-
desima; dico atteso il bassissimo stato, a
cui ridotti trovavansi. Quella restituzione
mi pareva anche un bastante compenso per-
loading ...