Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 429
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0437
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0437
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
MlLITAJlI. 4^9

cio sarebbe pure stato da desiderare per ia
felicità della Inghilterra, che colui, il qua-
le avea cosi bene condotta ia guerra, aves-
se anche potuto condur le pratiche xlella
pace .

11 re di Prussia abbandonato in fine dal-
3a Inghiherra, non avendo altri alleati che
il proprio valore, nè yolendo altri inedia-
tori che il suo esercito, ha saputo ben egli?
senza tante discussioni e tante lungaggini,
conchiudere una pace, per cui conserya tut-
to il suo, non perde nemmeno un palmo
di terreno, non ostante la grande tempesta
che da ogni lato lo attorniava, e minaccia-
yalo di lasciarli appena una provincia de’
suoi stati, dove menare il rimanente della
vita. II trattato di Ubersburgo sarà un mo-
numento sempre memorabile dinanzi agli
occhi della posterità, sarà il miracolo, ch©
salvô casa di Brandemburgo mediante la vir-
iù di Federigo,
loading ...