Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 5) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-5]

Seite: 434
DOI Seite: 10.11588/diglit.28024#0442
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd5/0442
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
434

ella non è per tornare cosï di breve a starsi
con noi, vorrà permettermi, che 10 la con-
sulti sopra im punto , che îl difsinirlo è da
lei, che ha guidato gli eserciti con tanta
gloria, e ne ha penetrato Γarte con tanto
studio . Io la prego adunque , SIGNOR
MARESCIALLO , a volere esaminare que~
sto mio scrittareüo , e dirmi quello che io
m’ abbia a pensare di Polibio e di Folard,
e dell’ arte che usà Scipione contro ad An-
nibale nella importantissima giornata di Za-
ma , che decise la fortuna di Cartagine, e
potea dirsi gravida dei destini del rnondo .

Posdammo 12, Febb, 1749-
loading ...