Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 30
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0038
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0038
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
'So V I A G G I

pagne d’Inghilterra. Bei boschetti, coììi-
nette dolci, prati che discendono sino al
mare, un verde smeraklino. Sorge pittore-
scamente sulla spiaggia il magnifìco castel-
lo di Cronembourg còperto di rame, che
in mezzo alla sua cittadella signoreggia il
Sund, e guarda come d’alto in basso la
povera Helsenberg, che sulla riva opposta
rende anch’essa il saluto a’vascellQ ch’èn-
trando nel Sund salutano il dardanello da-
nese. Povera Veramente : se non che di
una cosa può gloriarsi, ed è di avér vedu
to dalle sue torri i veterani danesi disfatti
da’contadini di Svezia sotto ìa condotta del-
ìo Steinbock a’tempi di Carlo XII.

Quantità di legni, forse un centirìajo ,
sono qux all’ancora insieme corx noQ par-
te che varìno, e parte che vengono ; e ne
arriva a ogni istante di nuovi. A questa
spiaggia di Helsingor ci sta sempre di guar-
dia una fregata danese, che riscuote il peag-
gio, e questo monta ogni anno a quasi tren-
tamila lire sterline. Io leggeva questi pas-
sati giorni nella relazióne della Danimarcà
di mylord Molesworth, che le città ansea-
tiche del Baltico pagavano altre volte a’ Da-

nesi
loading ...