Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 36
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0044
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0044
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
36 V I A G G 1

saglia quelìe de'gondolieri veneziaiii yenm

teci a tempo di Luigi XIV.

Dall’isoietta di Amac, dopo aver dato
dolcemente in terra per ischivare un bam
co chiamato il Draker, passammo dinanzi
ad Humblebeck, luogo posto a sette miglia
da Copenaghen, dove sbarcò Carlo XII.,
quando in età cli diciott’ anni egli assediò
per terra, e bloccò per mare quella capi-
tale. E poco prima eravamo con la nave
passati colà, dove Carlo XI. passò con 1’
esercito il mare a piè secco, e diede quei
memorando esempio di afhdar a una cro-
sta di ghiaccio sè e le forze del suo regno.
Girando poi verso l’est, noi voltammo mol-
to da largo il capo Falsterbò posto nella
Sconia, uno de'più pericolosi siti del Bal-
tico ; non senza gettare di tempo in tem-
po lo scandaglio in quelle medesime acque,
che l’avea tante volte gettato il czar Pie-
tro, allorchè nel 1716. egli scandagliò tut-
te queste coste, a che riuscì il comando,
che gli deferirono i Danesi gli Olandesi e
gl’Inglesi delle loro flotte combinate in que-
sti mari con la Russia.

Così noi dopo superato il Scha-rif sino

a queL
loading ...