Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 57
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0065
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0065
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D X R U S S I A.

levs.ti, che ne fossero via i segnali, sareb-
foe quasi che impossibile al più. pratico pso
loto cli guidarvi la nave. E di lì bisogne-
ria pur andare : Yìut facilia aui clifsicilìa p
~per hcec eundum. Fuori del canale dalla
'foanda dell’Ingria non ci sono che cinque
piedi d’acqua; e dalla banda della Finlan-
dia non ce ne ò tanta, che possa portar
navi da guerra.

La piu parte dei cannoni, che disendo-
no Cronstat, sono di ferro; ma così belli
e ben bruniti, che sembran di acciajo. Le
opere sono tutte di legno; hanno però ad
esser di pietra, come è parte del molo,
che di tal materia s’incomincia ora a fon-
dare. Di pietra similmente, e questa la
cavano nelle vicinanze di Narva, sono lé
ìrive di un canale, che si sta ora compien-
do; ed è opera veramente daPiomani. Ha
di larghezza tanto, che vi possono como-
damente passare due delie più grosse na-
vi ; di profondità a proporzione ; e ha da
essere più che un miglio e mezzo di lun-
ghezza. In capo ad esso si troveranno i can~
tieri, per porre a secco le navi da guerra.
Questa è opera disegnata già dal Czar; e

du©
loading ...